Ti trovi in:

Pubblicazioni » Don Domenico Tarolli - Da malgaro a venerato padre dei Cariani di Birmania

Don Domenico Tarolli - Da malgaro a venerato padre dei Cariani di Birmania

di Lunedì, 16 Giugno 2014
Immagine decorativa

Le parole di Paolo, l'Aposto delle genti, sono risuonate nell'esperienza di tanti discepoli che, lungo la storia della Chiesa, hanno risposto con generosità al comando del Signore e Maestro: "Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni uomo".

Ne è testimonianza eccezionale Don Domenico Tarolli, partito nel 1830 da Castel Condino, suo paese natale da sei anni affidato alla sua cura di sacerdote, per la Birmania, una terra dove l'evangelizzazione era ancora agli inizi.
Don Domenico vedeva così realizzato il sogno coltivato fin da quando, a 17 anni, tornando dal lavoro, si recava dall'Arciprete di Condino a studiare per poter entrare in seminario e diventare sacerdote.
E' l'esperienza intima e profonda dell'amore sconfinato di Cristo e il desiderio di annunziarlo a tanti che ha spronato e sorretto don Domenico nell'ardua ed instancabile opera di evangelizzazione realizzata per oltre 50 anni in Birmania, dove morirà nel 1882, proclamato "patriarca dei Cariani", il popolo indigeno da lui conquistato a Cristo e che ancora oggi lo ricorda con profonda fede.

a cura dei Mons. Luigi Bressan e del maestro Vittorino Tarolli

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam